Myanmar

Myanmar, ufficialmente la Repubblica dell’Unione di Myanmar (nella lingua Myanmar Pyidaunzu Thanmăda Myăma Nainngandaw) occupa parte della costa occidentale della penisola indocinese, che si affaccia sul Golfo del Bengala e del Mar delle Andamane. Da ovest a est confina con Bangladesh, India, Cina, Laos e Thailandia. Misura circa 936 km da est a ovest e 2051 km da nord a sud e vanta 3.000 km di costa.

È un paese in via di sviluppo e ha una popolazione stimata di circa 54 milioni di abitanti. Il 27 marzo 2006, la capitale si trasferisce da Yangon a Pyinmana, poi ufficialmente rinominata Naypyidaw, che significa “casa del re.”

La terra delle mille pagode

Il Myanmar è anche chiamato “La terra delle mille pagode” o “Golden Land“. E’ un paese affascinante, ricco di tradizione e con una cultura antica. Inoltre vanta un gran numero di templi buddisti e imponenti capolavori architettonici  come la Pagoda di Shwedagon a Yangon, Ananda Pahto, il Shwegugyi Pahto e Shwezigon Pagoda in Bagan, la Pagoda Shwemawdaw in Bago sono imponenti capolavori architettonici.

Una filosofia di vita

L’atmosfera all’interno questi templi è magica perché questi sono luoghi di riposo, di incontro e di meditazione; sono il cuore e l’essenza della filosofia di vita in Myanmar.

Opportunità

 

Come paese orientato al mercato, il Myanmar è diventato anche un paese ricco di opportunità di investimento con l’obiettivo di facilitare gli operatori stranieri che vogliono investire in questo bellissimo Paese.

Politica economica

L’opportunità di investire in Myanmar sono attualmente reali e decisamente interessanti. Il paese è infatti alla ricerca di capitali esteri e ha lanciato una politica economica di apertura con l’obiettivo di attrarre investimenti nel Paese.

Il paese ha raggiunto i 54 milioni di abitanti e sta vivendo una nuova fase di sviluppo. Il Myanmar è molto ricco di risorse naturali come petrolio, gas naturale, carbone, legname, zinco, rame, calcare e pietre preziose. I settori che attualmente potrebbero beneficiare di investimenti esteri sono: – Turismo e Hotel – Industria (pesante, produzione e prodotti farmaceutici) – Telecomunicazioni (ICT) – Banche e Finanza – Agricoltura – Pesca – Miniere.

img-02

Investitori stranieri

Attualmente i maggiori investitori stranieri in Myanmar sono Cina, Hong Kong, Corea del Sud, Tailandia, Regno Unito, Singapore, Francia, India e Giappone.

img-03

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi